Qualcosa di concreto: bando agli spettacoli circensi nel comune di Milano

Il regolamento comunale di tutela degli animali, approvato dal consiglio comunale nell`ottobre del 2005, riconosce agli animali il diritto ad un`esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche ed etologiche, e prevede che gli animali vengano custoditi in maniera idonea, ovvero in modo da evitare inutili condizioni di sofferenza o di stress, nel rispetto dei bisogni fisiologici ed etologici (art. 4-3). Prevede inoltre che il possessore deve provvedere ad un ricovero degli animali, in rapporto alle condizioni climatiche e alle necessita` delle specie (art. 7-2).
Basterebbe questo per vietare, in tutto il territorio del comune, l`esibizione di circhi con animali.
Leoni, tigri, elefanti, cavalli, costretti con la violenza fin da cuccioli ad “imparare” numeri da giullari, spezzati nel fisico, completamente snaturalizzati, costretti ad una vita di prigionia e paura.
Le loro caratteristiche biologiche ed etologiche non vengono certo rispettate, cosi` come sicuramente ne` le percosse, ne` le pessime condizioni di detenzione evitano loro inutili condizioni di sofferenza e di stress.
Basta elencare le denunce per maltrattamenti che i circhi hanno collezionato nella sola Italia, come il circo Montecarlo, denunciato dal comune di Ciampino nel settembre del 2010, o il circo Martini-Orfei nel febbraio 2010 dalla LAV di Bari, o ancora il circo Lidia Togni, condannato nel marzo 2008 dal tribunale di Palermo e quello di Miranda Orfei condannato a Como sempre nel 2008. Ripetute denunce (e relative condanne) che parlano di cammelli denutriti, elefanti costretti alla catena e impossibilitati a muoversi, tigri che devono cavalcare cavalli terrorizzati, animali abituati a climi tropicali tenuti sotto la neve.
Per sommo dell`ironia, i circhi sono sovvenzionati dallo stato (quindi da tutti noi) in quanto spettacoli culturali ed educativi (legge 163 del 30 aprile 1985).
Il circo in realta` non ha nulla di educativo. Tende a ridicolizzare gli animali, rafforzando in chi assiste alle loro patetiche esibizioni la convinzione della loro inferiorita` e stupidita`, e contribuisce quindi a costruire le gabbie mentali prima che fisiche che li condannano al ruolo di esseri inferiori, destinati a servire. Come scrive Jim Mason in “Un Mondo Sbagliato”, ridendo e meravigliandoci di fronte agli esercizi degli animali circensi, riaffermiamo il loro ruolo di buffoni, la loro semplicita` e utilita`. Le esibizioni forzate degli animali insegnano ai bambini e ricordano agli adulti che l`uomo e` padrone dell`intero mondo vivente.
Gli spettacoli circensi non educano alla conoscenza degli animali, ma servono a cancellare in chi assiste ogni traccia di empatia. Gli animali condannati a vita alla prigionia e costretti ad eseguire esercizi totalmente estranei alla loro natura sono le vittime silenziose del delirio di superiorita` dell`essere umano.

Non possiamo certo aspettarci che un sindaco che gira in pelliccia agisca contro questo scempio.
Magari un nuovo consiglio comunale, dove gli animalisti possano avere voce in capitolo, potrebbe invece seguire l`esempio di Modena, che nel gennaio del 2011 ha introdotto all`interno del proprio regolamento sulla tutela animali il divieto per qualsiasi circo di eseguire spettacoli con grandi animali sul suo territorio, o di Ferrara, che nel 2010 ha vietato l’attendamento nel territorio comunale di circhi che abbiano al seguito esemplari appartenenti a specie riconosciute incompatibili con la detenzione per attività circense o per spettacoli itineranti.
Nello specifico i circensi non potranno più sfruttare primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe e rapaci diurni e notturni; l’impiego di questi animali negli spettacoli viaggianti “rende impossibile – si legge nel documento – garantire le condizioni minime di spazio e di temperatura indispensabili per una corretta detenzione e risulta dunque del tutto incompatibile con l’attività circense”.

Un qualcosa di concreto per la liberazione animale.

Per maggiori informazioni sulla realta` dei circhi clicca qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...